WSSA EFSC CRISTINA ROTUNNO VINCE IL CAMPIONATO EUROPEO DI PATTINAGGIO IN LINEA SPEED FREESTYLE A VARSAVIA

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Varsavia 2013 Campionato Europeo freestyle PalazzettoCampionati Europei di pattinaggio freestyle, EFSC Varsavia 2013.
“Come una cosa già vista” l’Italia festeggia Cristina Rotunno che si conferma ancora una volta Campionessa Europea 2013 .

Cristina Rotunno 20 anni, toscana ed  atleta della società asd L’Acquario conferma il titolo di campionessa Europea disciplina speed slalom di cui è tutt’ora campionessa mondiale in carica, lishui 2012,  e ribadisce la vittoria del campionato europeo del 2012 a Berlino.

Lo speed slalom è una delle discipline di pattinaggio freestyle più competitive in cui l’atleta deve “slalomare” tra 20 coni distanti 80 cm l’uno dall’altro nel minor tempo possibile, Cristina l’ha spuntata ancora vincendo la finale disputata contro la sua rivale di sempre Barbara Bossi.

Varsavia 2013 Campionato Europeo freestyle AperturaVarsavia , velodromo di Pruszkowska il BGZ Arena, qualificazioni per la finale di speed femminile, in gara 42 atleti di cui 10 italiane.
La lista si fa brevemente: Rotunno campionessa 2012 e poi  Bossi, Lualdi, Raccuglia, Schiavon, De Sensi, Codazzi, Morbidoni, Palo e Munari, tutte atlete dotate di grandi qualità e decise a sfidare la campionessa uscente.. ma sanno già che dovranno fare la loro miglior gara, pena l’oblio, lo sa bene Barbara Bossi che dall’anno scorso non riesce più a salire sul gradino più alto d’Europa.

Per le straniere quest’anno le francesi sono veramente una minaccia e puntano dirette al podio, in particolare le sorelle Granjon e la Derisbourg sono in gran forma.
Comunque a tenere banco erano le padrone di casa le polacche e sorelle Czapla, la fantastica Hartmanis e la Prucnal.
Il podio però ha solo tre posti .

Iniziano le qualifiche, due prove/run a disposizione, entrano solo le prime 16.

Varsavia 2013 Campionato Europeo freestyle Europeo a Cristina RotunnoLa gara è subito in salita per tutti, nella prima run di gara Munari e Raccuglia fanno subito un nullo,  la  Schiavon bene 5,74 sarà il sedicesimo tempo,  ma è Federica De Sensi  a stupire tutti ed è prima fermando il cronometro a 5′,23” (+ 1 cono) 5’43”, Federica si guarda intorno sembra dire  “io?.. vi sbatto muru muru” .
Arrivano le giovani tredicenni Palo e Morbidoni, la prima si ferma a 5’83 troppo alto il suo tempo, brava ma fuori,  la seconda invece ottiene una  run netta  5’53” un tempo fantastico! è dentro.
Tocca alla Codazzi ,non vuole farsi superare dalla De Sensi..è veloce 5’69” ma non abbastanza, dentro comunque. E Lualdi, Bossi e Rotunno osservano, sanno che basta fare una buona gara per entrare …ma devono arrivare tra le prime è meglio.
Ora tocca alle sorelle francesi, si guardano, parte la Granjon Lily..5’17” !!! esulta il tempo è imbattibile, la polacca Czapla Justyna si fa forza  e ci prova, 5’40”, brava.
Hartmanis parte, è la beniamina del pubblico si sente, 5’36” !  dentro anche Granjon e Derisbourg.
Tocca alla Lualdi, pronti via 5’65” …è dentro ma non sembra soddisfatta.
Il popolo degli skaters acclama le ultime due in gara, si ! sono proprio loro, Cristina e Barbara, entrambe vedono solo i coni di fronte a loro, pronti…ai posti…Viaaaaaaa ..1, 2, 3, 4, 5..arrivate ..insieme, due run nette. I cronometri segnano Rotunno 5,068 e Bossi 5,086. Ancora una volta è prima Cristina, ma è solo la qualificazione.
La seconda run vede il ritorno della Lualdi 5’35 bene. Munari 5 coni giù, fuori. Tocca alla Raccuglia in un tentativo da campionessa 5’55” sembra fatta ma troppi coni fuori anche lei. Palo 5’96 fuori.
Per ora molte brave pattinatrici erano rimaste al palo, ma sappiamo che il campione tira fuori la grinta nei momenti peggiori e la francese Derisbourg centra l’obiettivo secondo posto 5’086” e dice “ci sono anch’io!“, dentro  anche la Russa Lysenko 5’17 .
Bossi spreme i muscoli, vuole il primo posto, vuole far vedere chi comanda è..un 4’99 ..ma un cono birichino va a prendersi un caffè . Rotunno è un carrarmato 5’051 ! resta prima.

Cristina Rotunno Acquario pattinaggio
Cristina Rotunno

Terminano le qualifiche, su 16 pattinatrici ben 7 sono italiane! siamo in vetta al mondo.
Rotunno, Bossi, Lualdi, Codazzi, De Sensi, Morbidoni, e Schiavon si qualificano, solo le sfortunate Palo e Munari sono fuori.
Ma gli accoppiamenti sono sfortunati…la griglia fa incrociare le italiane tra loro.

OTTAVI:
Essere arrivati sedicesima non è bello, Chiara Schiavon lo pensa, sa che deve affrontare Cristina Rotunno.”Vabbé“.E non ci prova nemmeno.
Codazzi contro Lysenko, l’italiana vince la prima run ma poi la testa non è più in gara, 2-1 passa invece Kristina.
Lualdi contro Czapla Justyna, può farcela è un avversario abbordabile  ma Chiara è deconcentrata 6’50! fuori.

Morbidoni contro Bossi non c’è storia, troppa l’esperienza di Barbara, Camilla nella seconda run addirittura molla con un incredibile 7′,025….fuori..tutta esperienza.
La De Sensi è in forma, però incontra la Czapla Ewelina #3 nel mondo, non sarà facile …anzi..ma la calabra questa volta è determinata 2-0 per lei.
Passano ROTUNNO, BOSSI, DE SENSI.

QUARTI:
Questa è la prima finale, ROTUNNO-HARTMANIS …ma Cristina non vede già più nessuno, nemmeno la bella polacca e sbriga la pratica: 2-0.
Altro scontro tra italiane, BOSSI-DE SENSI..Federica non è convinta, subito 1-0 per la Bossi e poi nella seconda volano tutti i coni della De Sensi…sarà stato il vento o la regola “Bossi”??
Le altre :
Lysenko Kristina – Granjon Lily , 2-1 passa la Lysenko.
Derisbourg Tiffany – Czapla Justyna 2-1 passa la Derisbourg.

SEMIFINALI.
La prima semifinale è ROTUNNO-LYSENKO, la russa ci prova ..ma è troppo lenta, 2-0 Rotunno.
La seconda semifinale BOSSI-DERISBOURG, la francese è veloce ma si fa ipnotizzare…prima run nulla, la seconda è una passaggiata 2-0 per la Bossi.

La finale è ..la FINALE, Cristina Rotunno campionessa mondiale ed europea contro Barbara Bossi vice-campionessa mondiale ed europea…nessuna è forte come loro, uno spettacolo.

Varsavia 2013 Campionato Europeo freestyle Europeo a Cristina RotunnoInizia la finale.
Inizia la prima run , è netta per entrambe 1-0 BOSSI 5’47 contro 5’54. missili.
Inzia la seconda run, pronti, ai posti…e Barbara sembra ricordarsi le precedenti finali, ..no, no ha sempre vinto la prima run !!! non sarà mica che che…un dubbio l’assale non è convinta.
Cristina non guarda nessuno e ferma lì non si muove…Via!… arrivano insieme, ma un cono vola via per la Bossi..1-1.
Barbara ha una frase nella mente  “This is a deja vu” , partenza viaaaaaaaa CRISTINA ROTUNNO E’ CAMPIONESSA EUROPEA 2013!!!!!!

Complimenti a Cristina Rotunno e  complimenti a Barbara Bossi.
In gara voi rappresentate lo spirito sportivo dell’Italia nel mondo, brave .

L’Italia è la nazione più forte nello speed, alle già mature Raccuglia, Lualdi, Schiavon e Codazzi ora si sono unite giovanissime atlete come De Sensi, Munari, Morbidoni e Palo…il presente è vittoria, il futuro è già in “profumo” di vittoria.

Presto Shangai e poi i Mondiali di Taipei!
Per leggere i risultati dello Speed maschile vai qui o per gli Style classic e Battle vai qui.

Precedente FIHP RISULTATO CAMPIONATO ITALIANO TROFEO "B.TIEZZI" GIOVANILI A VIGASIO Successivo WSSA EFSC NICOLAS QUIRICONI PRIMO DEGLI ITALIANI AL CAMPIONATO EUROPEO DI PATTINAGGIO IN LINEA FREESTYLE MASCHILE A VARSAVIA

Lascia un commento

*