FIHP REGOLAMENTO 2015 NORME E TECNICO – LE NOVITÀ DEL PATTINAGGIO FREESTYLE

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Le novità nel pattinaggio freestyle non finiscono mai, segno che è uno sport in grande evoluzione, il 16 febbraio 2015 sono stati deliberati i due nuovi regolamenti : tecnico e normativo 2015.

Le novità del settore sono parecchie ammodernano ed influiscono notevolmente su tutta l’attività e sulle gare, quindi è bene leggersele con attenzione prima di preparare le gare.
Regolamento Normativo Attività 2015.
Regolamento Tecnico 2015.

Primi passi, amatori, età e Tiezzi.
Sarà possibile iniziare a pattinare dall’età di 3 anni e si diventerà master, cioè si verrà esclusi dai campionati italiani, a 40 anni ( prima per parteciparvi l’età massima era 30 ) .
Al Trofeo Tiezzi dal 2015 gli atleti al podio avranno finalmente la loro medaglia.

Gli stranieri.
Anche se non si è cittadino italiano l’atleta, autorizzato dalla propria federazione,  può partecipare alle gare regionali, provinciali e nazionali fregiandosi del titolo di “Campione”, cosa prima non ammessa.
Lo straniero però non “ruberà” preziosi posti in classifica per le qualifiche nazionali, semplicemente la classifica del 50% scalerà dei posti relativi agli stranieri partecipanti.

High-jump e free-jump:

Per adeguarci alle gare internazionali WSSA dove non è previsto la disciplina  high-jump è stata reintrodotta una nuova/vecchia disciplina, dopo un anno di eliminazione sperimentale il free jump torna tra le gare ufficiali FIHP! con tanta felicità per i genitori.

Il ranking .
Sempre per essere in linea con i metodi internazionali, dopo l’inserimento della disciplina Battle e della Slide entrate come gare ufficiali solo dal 2014, la FIHP ha previsto una classifica “ranking” utile per creare i gruppi di gara.  Non è ancora previsto il regolamento di come sarà pubblicizzata o come verranno assegnati i punti e neppure se l’indicazione se il ranking sarà annuale o no.

Battle Style.
Per la Battle, dal 2015, in caso di indecisione dei giudici nelle qualifiche, verrà richiesto il best-trick , l’atleta dovrà ripetere una sessione di passi per 30”, inoltre potrà anche ripensarci, ricominciando se non sono passati almeno 10”.
Nella la finale, invece,  è stato inserito il last trick obbligatorio e da sommarsi ai punti della gara, e qui anche se non indicato dal regolamento sarà sicuramente un passo continuo come nel WSSA e senza tempo e che si concluderà con termine del passo stesso.

Slide.
Eliminata l’area di esecuzione e di uscita, esiste solo l’area di lancio ed esecuzione, 23 mt e 15mt.
Inserimento del ranking anche per le Slide utile per la composizione dei gruppi.

Speed Slalom.
Inserito l’obbligo dello “Spazio atleta” di cm 40, da segnare sul campo prima della linea di partenza, spazio utile per verificare la falsa partenza.
Tutte le partenze delle qualifiche sono libere e senza suono acustico, il giudice dirà solo “AI POSTI” e l’atleta dovrà partire entro 5 secondi, nelle qualifiche sarà indicata falsa partenza solo se si spostano i pattini ma non se si oscilla.
Nel KO e nella finale però cambia e verrà dato il consueto AI POSTI, PRONTI ed una volta “pronti” non ci si può muovere né oscillare per nessun motivo, pena la falsa partenza.

Style e Style di coppia GRANDI NOVITA’!
Per lo Style Slalom e lo Style di coppia grandi novità.
Prima novità è la lunghezza dell’esibizione, allungata dai classici 1’15-1’30 agli attuali 1’45”-  2 minuti per lo style singolo. inoltre ci sarà l’estensione previsto nello style di coppia a per tutte le categorie che dovranno esibirsi per il tempo unico di 2’40- 3′  ( prima era solo per le categorie 1 seniores).
Altra importantissima novità è l’inizio e la fine del cronometraggio, dal 2015 il cronometro scatterà con l’avvio della musica e non quando si intersecano i coni, inoltre la fine dello style sarà indicato dalla fine della musica oppure da uno coreografia di stop durata almeno 3 secondi da parte dell’atleta.

Novità per le società.
Il costo dell’iscrizione degli atleti alle gare sarà di € 5.
Il costo per l’organizzazione di una gara regionale, provinciale, nazionale sarà di € 100.

Insomma una innumerevole serie di cambiamenti che indicano lo sforzo del pattinaggio freestyle italiano nell’integrazione con il pattinaggio WSSA mondiale o anche solo per migliorare l’attività agonistica complessiva.
Sicuramente molte altre modifiche saranno introdotte negli anni a venire anche perché la crescita regolamentale permette di avere uno sport meno soggetto a valutazioni soggettive.
Forse, per questo, sarebbe interessante provare il metodo della IFSA per lo style, dove  richiesto agli atleti di consegnare la lista della sequenza dei passi che si andrà a fare prima della gara, utile per la valutazione degli arbitri.


FIHP

2014 2015 – UFFICIALE NUOVO FEBBRAIO 2015

MASTER ( Norme art. 3, 9 e 28)

categoria master non può partecipare ai campionati da 30 anni in su CATEGORIA MASTER NON PUÒ PARTECIPARE AI CAMPIONATI DA 40 ANNI IN SU
AMATORI ( Norme art. 4) 
Primi passi da 5 anni AMATORI PRIMI PASSI DA 3 ANNI
STRANIERI ( Norme art. 5,6)
Non Potevano Fregiarsi Del Titolo Di Campione Italiano/Regionale/Provinciale POSSONO FREGIARSI DEL TITOLO CONQUISTATO
Non rientravano nelle quote per la partecipazione ai campionati nazionali SE RIENTRANO NELLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI, VI PARTECIPANO, MA LA LISTA PER GLI ITALIANI VIENE AUMENTATA DEL NUMERO DI STRANIERI AMMESSI.
SPECIALITÀ RE-INTRODOTTE ( Norme art. 8)
Non era più prevista la disciplina Free-Jump E’ STATO REINTRODOTTO IL FREE JUMP
TROFEO TIEZZI  ( Norme art. 8)
Gli Atleti Al Podio Non Ricevevano Una Medaglia I PRIMI 3 ATLETI AL PODIO RICEVONO UNA MEDAGLIA
TASSA ISCRIZIONE GARE ( Norme art. 8 e 26)
€ 3 x atleta € 5 X ATLETA
€ 0 x campionati reg/prov/ita dalla società € 100 X CAMPIONATI REG/PROV/ITA DALLA SOCIETA’
€ 26 x la società € 100 X GARE EXTRA DALLA SOCIETA’
CATEGORIE AGONISTI ( Norme art. 28)
Non Erano Previsti I Master INSERITI I MASTER
REGOLAMENTO TECNICO
FREE JUMP ( Tecnico art. 12, 16, 61, 62, 63)
SLIDE  ( Tecnico art. 12, 16, 58, 59, 60)
BATTLE  ( Tecnico art. 6.2 , 12, 13, 49, 50, 51)
non presenti INSERITE NORME SU FREE-JUMP – SLIDE E BATTLE STYLE
Per esempio in Battle i giudici possono interagire tra loro ed i gruppi sono stabiliti dal ranking fihp.
SPEED ( Tecnico art. 12, 16, 36)
non presente spazio atleta INSERITO SPAZIO ATLETA DI 40 CM PRIMA DELLA RIGA DI PARTENZA DEI 12 MT
PARTENZA LIBERA IN QUALIFICA E FALSA PARTENZA SOLO SE SPOSTI I PATTINI.
PARTENZA CON PRONTI, AI POSTI E SUONO NEI KO ED IN FINALE SENZA POTERSI MUOVERE, PENA FALSA PARTENZA
STYLE SLALOM ( Tecnico art. 45, 46, 47, 48 )
Inizio Cronometraggio Con L’entrata Tra coni da parte dell’atleta INIZIO CRONOMETRAGGIO CON L’INIZIO DELLA MUSICA
Indicazione Fine Gara Non Previsto FINE GARA INDICATO DA STOP MUSICA O STOP ATLETA IN FIGURA COREOGRAFICA PER 3 SECONDI
Valutazione MASSIMA 60 VALUTAZIONE MASSIMA RIDOTTA A 50
DURATA STYLE SLALOM SINGOLO
durata minima 1’15” massimo 1’45” DURATA MINIMO 1’45” MASSIMO 2′
DURATA STYLE SLALOM DI COPPIA
Categoria 1 Durata 1’45 – 3’15 PER TUTTE LE CATEGORIE 2’40” – 3′
Categoria 2-3 Durata 1’15” – 1’45”
BATTLE STYLE
gruppi generati dal computer GRUPPI IN BASE AL RANKING FIHP
in caso di incertezza nelle qualifiche veniva chiesto: il last-trick IN CASO DI INCERTEZZA NELLE QUALIFICHE VIENE CHIESTO: IL BEST-TRICK DI 30 ”
In finale non esisteva il last trick. IN FINALE E’ INSERITO IL LAST-TRICK DA SOMMARE AI VOTI DELLA BATTLE
SLIDE
Campo Di Gara Con Area Esecuzione Di 5 Mt E Area Uscita Di 3 Mt ELIMINATA L’AREA DI ESECUZIONE E DI USCITA ESISTE SOLO AREA LANCIO 23 MT E ESECUZIONE SLIDE 15MT
Gruppi Di 4 Generati Dal Software GRUPPI DI 4 IN BASE AL RANKING FIHP
FREE JUMP
non presente regolamento free jump REGOLAMENTO FREE JUMP PRESENTE

 

Precedente FIHP A LAMEZIA TERME I CAMPIONATI ITALIANI DI PATTINAGGIO FREESTYLE 2015 Successivo IL 14 E 15 MARZO L'ACQUARIO IN STAGE DI FREESTYLE CON LORENZO GUSLANDI

2 commenti su “FIHP REGOLAMENTO 2015 NORME E TECNICO – LE NOVITÀ DEL PATTINAGGIO FREESTYLE

  1. Lello il said:

    Vorrei sapere dove avete letto quelle informazioni sui master…visto che sul regolamento ufficiale non c’è scritto nulla a riguardo…saluti
    Lello

    • Ho trovato tutto nel regolamento freestyle art. 3 ed art. 9 e 28
      Art. 3 – MASTER
      1. Possono essere tesserati ed inseriti nella categoria Master tutti gli appassionati o praticanti del
      pattinaggio dall’età di 40 anni in poi, compiuti entro il 31 dicembre dell’anno in corso.
      2. Le richieste di tesseramento di ciascun atleta devono essere effettuate online nel sito FIHP,
      seguendo quanto indicato nella procedura del tesseramento.

      Art. 9 – CATEGORIA MASTER (Femminile e Maschile)
      Possono essere organizzate gare di Freesyle in tutte le discipline esistenti, per le categorie Master, sia a
      livello regionale che nazionale, utilizzando il Regolamento Tecnico delle categorie Agoniste.
      SUDDIVISIONE DELLA CATEGORIA
      – Over 40
      – Over 50
      – Over 60
      DISPOSIZIONI PARTICOLARI
      1. E’ consentito l’uso di qualsiasi tipo di pattini e ruote.
      2. Ad atleti tesserati per l’attività SENIORES non è ammessa la partecipazione a gare riservate alla
      categoria MASTER e viceversa.
      3. Le categorie, suddivise in femminili e maschili, possono gareggiare anche congiuntamente.
      4. Vengono stilate classifiche separate.

      Art. 28 – ATTIVITA’ SPORTIVA AGONISTICA
      1. Sono considerati agonisti gli atleti delle seguenti categorie, per le quali è obbligatoria la visita medica di idoneità agonistica:
      a. Giovanissimi
      b. Esordienti
      c. Ragazzi
      d. Allievi
      e. Juniores
      f. Seniores
      g. Master

Lascia un commento

*