ESCLUSO IL PATTINAGGIO ALLE OLIMPIADI 2020 SAN PIETROBURGO – IL ROLLER ESCLUSO DALLE GARE OLIMPICHE

Save pagePDF pageEmail pagePrint page


No Pattinaggio Olimpiadi 2020Brutta notizia , il pattinaggio non è stato incluso tra gli sport candidati a partecipare alle Olimpiadi del 2020.

A S.Pietroburgo il 29 Maggio, il Consiglio Esecutivo (EB), del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha candidato i soli tre sport che saranno proposti per il 125 ° Sessione del CIO per la loro  possibile inclusione come sport complementare sul programma olimpico per i Giochi Olimpici 2020:

 

– il baseball/softball
– lo squash
– il wrestling ( lotta libera )

Escluso quindi il pattinaggio ( la specialità proposta dalla FIHP era la corsa ) e gli altri sports proposti come il Karate,  il Climbing, il Wakeboard ed il Wushu.

L’EB ha selezionato i tre sports a scrutinio segreto su una rosa di otto che comprendeva anche il karate, sport roller, arrampicata sportiva, wakeboard e wushu.
Il voto ha seguito le presentazioni di 30 minuti da ogni Federazione Internazionale e una valutazione approfondita da parte della Commissione del programma olimpico di determinare il loro potenziale valore aggiunto per i Giochi. Vedi gli sports olimpici.

Secondo la commissione Olimpica EB gli sport scelti rispettano meglio i 39 criteri necessari per determinare l’idoneità di uno sport per i Giochi Olimpici, in particolare sarebbero stati scelti per il rispetto dei seguenti criteri :
– appeal giovanile ( sport praticati dai giovani )
– l’universalità ( sport praticati in tutto il mondo )
– la popolarità ( sport molto famosi )
– il buon governo ( sport con un’organizzazione alle spalle )
– il rispetto per gli atleti ( sport che non fanno uso di doping )
– il rispetto per i valori olimpici ( sport dilettantistici )
Il CIO si riunirà per la prossima  125°sessione in Buenos Aires, Argentina dal 7 al 10 settembre e voterà quale dei tre sport da aggiungere al programma dei Giochi della XXXII Olimpiade in aggiunta ai 25 sport di base – più golf e rugby Sevens * – proposte dalla EB a febbraio.

Sabatino Aracu Presidente Pattinaggio
Sabatino Aracu

Il presidente della FIRS  e della FIHP Sabatino Aracu ha rilasciato una dichiarazione :
“Ieri, al termine della Conferenza Stampa, abbiamo avuto la netta sensazione di essere stati presi in giro.Quando siamo stati inseriti, per la terza volta, nella short list, abbiamo vissuto la decisione dell’IOC come un’enorme opportunità di crescita per i roller sports. Abbiamo dedicato energie e tempo al Progetto Olimpico per poter ottenere il miglior risultato possibile. Abbiamo realizzato una presentazione giovane, fresca ed entusiasmante. 

Abbiamo coinvolto due nostri top atleti, Cecilia Baena e Kalon Dobbin, che sono stati orgogliosi di rappresentare il loro sport di fronte all’Executive Board dell’IOC e che hanno trasmesso ai membri dell’IOC tutto il loro entusiasmo e la loro passione.
Abbiamo fatto un ottimo lavoro e siamo sinceramente sconcertati dall’esito. La decisione di proporre alla prossima sessione dell’Assemblea dell’IOC, che si terrà a settembre a Buenos Aires, wrestling, Baseball/softball e squash ci ha letteralmente lasciati basiti. Solo 3 mesi fa, lo stesso IOC Executive Board che ha deciso oggi di riproporre il Wrestling, lo aveva escluso dal Programma Olimpico: non posso non definire un simile, rapido, cambio di valutazione, sconcertante e foriero di confusione.
Mi chiedo come sia possibile che, a distanza di soli 3 mesi, lo stesso sport possa essere considerato prima non adatto e poi adatto a essere parte del Programma Olimpico. Ritengo ulteriormente confusionario che l’IOC abbia a più riprese sostenuto di voler introdurre uno sport giovane, che abbia appeal sulle nuove generazioni e abbia allo stesso tempo deciso di estromettere i Roller Sports, impedendo così alla FIRS di sottoporre al giudizio dell’Assemblea il proprio sport.
Indipendentemente da quanto deciso ieri dall’IOC Executive Board, siamo convinti che il lavoro fatto in questi anni, e che continueremo a fare, sia stato e sarà necessario per lo sviluppo e l’immagine del nostro sport.”

IOC President Jacques Rogge“Il Comitato esecutivo ha ricevuto ottime presentazioni oggi da otto Federazioni internazionali”, ha detto il presidente del CIO Jacques Rogge: «Non è stata una decisione facile, ma so che io ed  i miei colleghi del consiglio abbiamo fatto una buona decisione nella scelta di baseball/softball, squash e wrestling da presentare a Buenos Aires. Auguro ai tre sport finalisti la miglior fortuna nel periodo precedente al voto in settembre e vorrei ringraziare gli altri sport per il loro duro lavoro e dedizione “.

* Golf e Rugby Sevens sono stati aggiunti nel 2009 come sport complementare al programma olimpico 2016.

La proposta della FIRS per il pattinaggio alle Olimpiadi 2020 puntava tutto sulla corsa ed in particolare sulle gare dei 500 mt, 1.000 mt, 10 Km , 15 Km e la Maratona.
– Gara di 3 giorni con 50 atleti di cui 13 Europei.
– Costruzione di 2 circuiti per le gare con il costo di circa  € 400.00 per circuito indoor e € 1.000.000 per circuito outdoor.
– Altre discipline : Speed, Artistico, Hockey, Hockey in-line, Downhill, Freestyle, Skateboarding.

Probabilmente però la presentazione all’EB del progetto “Roller” è da rivedere in molti aspetti  in previsione della partecipazione della candidatura per le olimpiadi del 2024.
Analizzando il documento portato a S.Pietroburgo possiamo capire dove i progettisti della FIRS devono agire  per migliorare ed ottenere finalmente un posto alle Olimpiadi: Proposta FIRS per Olimpiadi 2020 e proposte di tutti gli sport.

Ricordiamo che le commissioni Europee sono molto attente all’aspetto statistico e alla percentuale di diffusione nelle nazioni.

Vediamo nel dettaglio alcune parti della proposta che i tecnici devono rivedere, magari chiedendo i dati direttamente alle società di pattinaggio, visto che il CONI e l’ISTAT latitano in questo aspetto ( nessun dati si trova sul loro sito) .
– tutti i dati statistici erano riferiti solo dal 2005  ( 8 anni fa)  o al 2008 ( 5 anni fa);
– manca l’ indicazione dei media elemento molto importante, la press coverage giornali e tv era: n.a;
– la presenza in Africa ( 0%) nonostante in commissione ci sia indicato un membro africano;
– lo “Strateg Mileston” risaliva al 2009 e non parlava del “next year”  ma indicava invece il 2008 anno in cui presentò richiesta per le Olimpiadi del 2016 e non il futuro del pattinaggio e delle olimpiadi del 2020;
– la struttura della FIRS, board e governing bodies, indicata nel progetto,  risaliva al 2005 ;
– le statistiche maschi e femmine risalivano al 2008;
– le statistiche finanziarie, il bilancio, risaliva al 2006/2007 ;
– I dati del campionato mondiale risalivano al 2008;
– Si accenna nella sezione “Appeal” al più importante evento di pattinaggio della FIRS il “the roller green days” con “million of skaters”, avvenimento non documentato alla commissione.

Il pattinaggio FIHP in Italia nel 2011 segnava ben 27.351 tesserati e 883 società, quindi possiamo portarlo alle Olimpiadi.

Per il pattinaggio occorrono solo Impianti sportivi adeguati ed una maggiore diffusione e pubblicità al centro-sud per il resto abbiamo tanti bravi maestri ed atleti, ed il pattinaggio come sappiamo è lo sport più completo dopo il nuoto!

Forza Roller che sia corsa o freestyle!

OLIMPIADI

Informazioni su Sport e Pattinaggio

A.S.D L' Acquario è impegnata per favorire la pratica sportica dei bambini e ragazzi : Pattinaggio in Linea FreeStyle e Ginnastica Artistica. Antonella Carpanese - Tel.: 329/6023553 mail: antonella.acquario@gmail.com Sede : Loc. Biagioni , 71 - 55010 Spianate - Altopascio (LU) CF:01664040464

Precedente FIHP "ROLLER CUP 2013" COPPA ITALIA PATTINAGGIO IN LINEA FREESTYLE IL 15-16 GIUGNO A MONZA Successivo UISP GABICCE MARE DAL 21 GIUGNO IL CAMPIONATO ITALIANO DI PATTINAGGIO FREESTYLE

3 commenti su “ESCLUSO IL PATTINAGGIO ALLE OLIMPIADI 2020 SAN PIETROBURGO – IL ROLLER ESCLUSO DALLE GARE OLIMPICHE

  1. roberto perrone il said:

    L’articolo conclude dicendo che occorrono piu’ impianti al centro sud e piu’ pubblicità. Ricordo agli articolisti che negli anni 80 nel profondo sud due società leccesi si sono classificate 1° e 2° nella speciale classifica ( corsa) per società che tiene conto dei risultati ottenuti in tutte le categorie. Impianti al centro sud ve ne erano anche troppo. Una dissennata politica federale ha fatto si che molti abbandonassero l’attività tanto che attualmente gli impianti (pattinodromi) vengono smantellati per far posto ad impianti di altri sport. Prima di scrivere informatevi farete piu’ bella figura. Ex commissario tecnico giovanile corsa. Roberto Perrone

  2. antonella il said:

    non ho parole , certo se i dati presentati sono quelli di 4 anni fa , posso capire ,qui ci sono i soldi di mezzo solo quelli. Sono veramente sconcertata dal wrestling……… sport popolarissimo , praticato dai giovani, che manda un bel messaggio , si si mi sembra proprio lo sport giusto per le olimpiadi .
    Ma noi non molliamo e andiamo avanti lo stesso con piu’ caparbieta’ di prima ……. 🙂

  3. daniel abbate il said:

    Sono senza parole, il mondo va avanti ma le persone sono sempre più retrograde e vivono nell’ignoranza più totale… L’unica cosa che un pò mi rende felice è il fatto che alle olimpiadi invernali è ammesso da sempre il pattinaggio artistico singolo e di coppia e l’hockey su ghiaccio. Il pattinaggio artistico vanta campioni mondiali come Carolina Kostner, Evgeni Plushenko, Stephan Lambiel, Shizune Arakawa, Anna Cappellini e Luca Lanotte… mentre per l’hockey su ghiaccio si sfidano talenti di tutto il mondo… Sarebbe bello però vedere anche tutti gli altri talenti mondiali sui pattini a rotelle e in-line nelle varie discipline sportive. Più che olimpiadi sportive, mi sembrano olimpiadi mafiose, tanto si sa che non è una festa sportiva mondiale ma solo un altro “business sportivo mondiale” dove alla fin fine, solo chi “versa” diversi soldini andrà avanti… la corruzione è ovunque questa ne è la prova, perchè non sono forse sport a tutti gli effetti il pattinaggio artistico a rotelle o il free-style con i rollerblade o l’hockey in-line? se non sono considerati degni di partecipare alle olimpiadi lo sono forse il wrestling? Tutto questo è una cosa sbagliata frutto di una società malata, retrograda, ignorante, corrotta, ma sopratutto PRIVA DI SPIRITO SPORTIVO.

Lascia un commento

*