ITALIANI AL TOP E MEDAGLIE NELLA RUSSIAN RULLERCLUB CUP 2016 DI PATTINAGGIO FREESTYLE – SCONFITTO YE HAO DA ROSATO

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Conclusa X° Russia RollerClub Cup 2016 e ancora gli italiani sono tra i migliori velocisti, Gian Marco Rosato, Lorenzo Guslandi e i fratelli Degli Agostini portano l’Italia sul podio.

C’era molta attesa nell’ambiente sportivo per conoscere i risultati di questa importante competizione internazionale di pattinaggio freestyle nata nel 2007 e che si svolge tra l’8 ed il 10 luglio, in particolar modo era importante verificare lo stato di forma di alcuni forti pattinatori italiani in previsione di due importanti eventi molto ravvicinati come il PSW di Parigi e i Inline Roller Game di Berlino.
GianMarcoRosato_3_RussiaCup_FreestyleOcchi puntati quindi sui quattro italiani partecipanti, il forte velocista Gian Marco Rosato vice primatista mondiale impegnato nel confermare l’ottimo stato di forma contro i migliori al mondo, l’eclettico Lorenzo Guslandi, Degli Agostini Valerio Campione Europeo presente con suo fratello Lorenzo.

Grande il numero di iscritti a dimostrazione che in Russia il pattinaggio sta compiendo passi da gigante, ne sono i trascinatori e espressione vivente i mitici fratelli Timchenko e la piccola ma bravissimo Sofia Bogdanova, presenti oltre 130 atleti per partecipare alle gare organizzate dalla squadra locale di pattinaggio TimTeam.

La gara di speed slalom seniores vedeva la presenza dell’imbattuto Campione Mondiale, il cinese Ye Hao Quin e del fortissimo quintetto francese con Lebois, Guillou, Claris, Menard ed Ambroise ma anche la terribile presenza dei fratelli Timchencko, così Gian Marco Rosato se voleva la guerra era nel posto giusto, inoltre Lorenzo Guslandi e Valerio Degli Agostini non erano da sottovalutare visto gli ottimi risultati ai Campionati Italiani e Europei del 2015.
Guslandi Timchenko e Gianmarco Rosato Russia 2016La qualificazione di speed vede subito partire bene il francese Guillou con il suo best time di 4’51, seguito da un veloce Guslandi 4’58, poi dal piccolo Timchencko Sergey 4’61 e l’ottima prova di Gian Marco Rosato con 4’67, segue con il quinto tempo il campione mondiale Ye Hao Quin 4’70, poi tutti gli altri dal 6° in poi.
La qualificazione ne vede 16 scontrarsi per la finalissima.
A causa dell’ottima prova di Guillou gli scontri diretti sono cambiati e porteranno i nostri italiani subito contro i mostri sacri del momento col rischio che anche una piccola disattenzione o un cono possa precludere il podio.
Ye Hao Quin FreeStyler PattinaggioMa l’unico che proprio tutti volevano evitare era il cinese Ye Hao Quin perché nonostante il quinto posto in qualificazione era veramente in grandissima forma pronto a aggiudicarsi l’oro.
Così quando si chiedevano a chi toccherà il cinese dai piedi alati tutti pattinatori incrociavano le dita per scaramanzia, l’unico a non fare gli scongiuri era proprio Rosato, e interrogato, lui sicuro, rispondeva “Uno vale l’altro ma io lo incontrerò in finale!”ma il destino invece è beffardo ed ha giocato un brutto scherzo a Gian Marco, così è toccato proprio a lui lo scontro diretto.
Alla domanda “Ce la farai?” lui rispose scherzando”.. se non lo batto io chi? ” la sfida di speed tra il Campione del Mondo ed uno dei velocisti più forti del Mondo era diventata la gara clou della serata, il vincente avrebbe potuto lottare per una medaglia in semifinale eliminando direttamente l’elemento più pericoloso.
Toccava quindi a Rosato l’arduo compito di fermare il rullo compressore cinese.
La gara inizia subito male perché Ye Hao è molto sicuro di sé visto che conosce molto bene il suo avversario, così la prima run è veloce precisa e con Gian Marco che ci prova ma il cinese sembra imbattibile.
Ye Hao – Rosato 1-0
Gara quindi tutta in salita per Gian Marco, le possibilità di andare avanti sono pochissime, la stanchezza, l’emozione di una gara in Russia, il Campione davanti a se già sul 1-0. Era per chiunque impossibile fare qualcosa.
Ma ad un certo punto tutto cambia, dal silenzioso palazzetto si comincia a alzare un leggero coro di incitamento, che sale sempre di più .. Gian Marco si gira incuriosito…e …tutti fanno il tifo per lui. IT-A-LIA I-TA-LIA e persino il russo Timchenko Alexander gli strizza l’occhio, sembra voler dire “fallo per me..sono in casa..vinci ragazzo e toglimi questo pericolo…”.
Carico di una nuova energia si isola dall’esterno, non sente più nulla, Ye Hao lo fissa ma lui non ricambia, non deve! non vuole essere ipnotizzato dal suo sguardo.
Beep..Parte la seconda run 5 secondi interminabili, arrivano insieme…un attimo di silenzio poi lo speaker urla Rooosatoooo Win!!!
Yea Hao – Rosato 1-1
Siamo alla terza run, Gian Marco ha dato tutto è stanchissimo, ma ormai è deciso e pensa “la farò precisa senza penalità, veloce ma precisa…. non devo sbagliare! , Ye Hao sembra perplesso ha un attimo di esitazione, si tira indietro i capelli, ..sembra nervoso, pensa “Io sono il campione mondiale devo farcela, andrò al massimo della velocità!” ..lo speaker inizia…
“On your mark”
“Set..”
“Beep…”
Il video dell’ultima run è qui sotto!….. Chi vincerà?

Speed slalom senior men – Results:
1. Timchenko Sergey
2. Guslandi Lorenzo
3. Rosato Gian Marco
4. Guilllou Herve

Rosato incontrerà poi il francese Guillou a cui strapperà la medaglia bronzo.
Finalissima tra Lorenzo Guslandi ed il piccolo sorprendente Timchenko Sergey, con vittoria del Russo ma comunque bellissimo e graditissimo argento per Lorenzo sempre tra i migliori nel mondo.
Risultati ottimi quindi per gli Italiani in Russia!

Sofia Bogdanova la diva!

RCC 2016 / kids / Vornovitskiy Daniil – 1 place Solo 9 anni!

RCC 2016 / Degli Agostini Valerio – 3 place
Valerio conquisterà anche il bronzo in Style Singolo dimostrando le sue grandissime doti

RCC 2016 / Junior / Degli Agostini Lorenzo – 3 place
Anche il fratello più piccolo Lorenzo si destreggia bene e conquista un bronzo segno che presto potrà dimostrare tutto il suo valore.

RCC 2016 / Guslandi Lorenzo – 7 place sempre tra i migliori al mondo.

 

I Vincitori :

Results Rollerclub Cup 2016 (Rus) :

Battle Senior Men : Timchenko Sergey (Rus)
Battle Senior Women : Kuznetsova Daria (Rus)
Battle Junior Men : Zhang Hao (Chn)
Battle Junior Women : Bogdanova Sofia (Rus)
Speed Senior Men : Timchenko Sergey (Rus)
Speed Senior Women : Granjon Zoé (Fra)
Speed Junior Men : Zhang Hao (Chn)
Speed Junior Women : Granjon Lily (Fra)
Classic Senior Men : Timchenko Sergey (Rus)
Classic Senior Women : Dubinchik Ksenia (Rus)
Classic Junior Men : Zhang Hao (Chn)
Classic Junior Women : Bogdanova Sofia (Rus)
Slides Men : Huang Hai Yang (Chn)
Slides Women : Fokina Olga (Rus)
Free Jump Men : Żukowski Daniel (Pol)
Free Jump Women : Daries Aurianne (Fra)

Precedente SAVIO BRIVIO RECORD MONDIALE LANCIA LA SFIDA A DE ARAUJO E ROSATO - FERRARI SCALDA I MUSCOLI Successivo PSW DI PARIGI 2016 - INIZIA LA BATTLE PATTINAGGIO FREESTYLE PIU' IMPORTANTE DEL MONDO

Lascia un commento

*